<!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.0 Transitional//EN"> <html xmlns:v="urn:schemas-microsoft-com:vml" xmlns:o="urn:schemas-microsoft-com:office:office"> <head> <title>Non mi hanno dato il tempo </title> <meta name="Description" content="Non mi hanno dato il tempo: uno spettacolo sulle vittime di opposti estremisimi degli anni di piombo"> <meta name="KeyWords" content="Non mi hanno dato il tempo, Paolo Bussagli, Claudio Miccoli, Ramelli, Zicchieri, Falvella, Tinelli, Bertone, attori, ideali, odio politico, dramma, cdrc, firenze, vittime, familiari, tragica, epos, latitanza, crimini impuniti, "> <meta name="revisit-after" content="7 days"> <meta name="document-classification" content="theatre"> <meta name="GENERATOR" content="MSHTML 8.00.6001.18939"> <meta content="text/html; charset=unicode" http-equiv="Content-Type"> <meta http-equiv="Content-Language" content="it"> <style type="text/css"> A:link { color#999999 ;text-decoration : none} A:visited {color: #999999; text-decoration :none } A:hover {color: #FF9900; text-decoration : none } A:active {color: #FF9900; text-decoration : none } .style1 { background-image: url('gradientgiallovero.jpg'); } .style2 { background-color: #FFFFFF; } a { color: #808080; } .style3 { background-color: #000000; } .style4 { font-size: small; } .style5 { text-align: center; } .style6 { border: 2px solid #FF9900; margin-bottom: 0px; background-color: #000000; margin-right:4px; } .style7 { font-size: xx-small; } .style8 { font-size: x-small; } .style9 { text-align: left; } .style10 { border-width: 0px; } .style11 { margin-left: 15%; } .style12 { margin-right: 0px; } .style13 { border-width: 0px; margin-right: 0px; } .style14 { color: #FFFFFF; } .style16 { color: #FFFFFF; font-size: x-small; } .style17 { border-style: none; border-width: medium; text-align: left; } .style18 { font-size: small; font-weight: bold; } .style20 { font-family: "Times New Roman", serif; margin-bottom: 0cm; } .style23 { font-size: medium; } </style> </head> <body style="background-color: #000000"> <div class="style5"> <table style="width: 70%" class="style11" align="left"> <tr> <td class="style1" style="height: 200px"> <table style="width: 100%"> <tr> <td> <img alt="testata associazione CDRC" longdesc="la testata dell'associazione CDRC Firenze" src="logodef.gif" width="499" height="120"></td> <td style="width: 230px"> <a href="index.html"> <img alt="il logo del CDRC " longdesc="Logo del CDRC firenze" src="9.gif" width="202" height="134" class="style10"></a></td> </tr> </table> <table style="width: 98%" class="style3" align="center"> <tr> <td> <strong><span class="style9"><a href="index1.html">c<span class="style4">drc</span></a></span> <span class="style9"><span class="style4">&nbsp;</span><a href="index2.html"><span class="style4">produzioni teatrali </span> </a>&nbsp;<a href="index2bis.html"><span class="style4">produzioni multimediali </span> </a> &nbsp;<span class="style4"><a href="index4.html">corsi teatro</a>|&nbsp; </span> <a href="index5.html"><span class="style4">metodo mimico</span></a><span class="style4">| </span> <a href="francesca.html"> <span class="style4">francesca da rimini </span> </a> <span class="style4">| </span> <a href="index.html"> <span class="style4">archivio eventi</span></a><span class="style4"> | </span> <a href="index7.html"><span class="style4">archivio ramelli</span></a><span class="style4"> | </span> <a href="index6.html"> <span class="style4">archivio testi </span> </a><span class="style4">| </span> <a href="multimed.html"><span class="style4">multimedia</span></a> </span></strong></td> </tr> </table> </td> </tr> <tr> <td class="style2"> <table style="width: 30%; float: left;" class="style6"> <tr> <td style="width: 171px" class="style17"> <p style="width: 210px"><a href="index.html"> <span class="style4">h</span><span class="style8"><strong>ome</strong></span></a><strong><span class="style8"><br> </span> <span class="style8"><a href="index2.html">Il teatro del CDRC</a></span></strong><span class="style8">I</span></p> <p style="width: 210px"><strong><span class="style16">N</span><span class="style8"><span class="style14">uove produzioni</span></span></strong></p> <p style="width: 210px"><strong><a href="vatecroce.html">I<span class="style8">l vate e la croce</span></a><span class="style8"><br> <a href="nonmihanno.html">Non mi hanno dato il temponon </a>m<br> <a href="francesca/boccaccio.html">Storie di donne, d&#39;amore e di legge</a><br> <a href="2agosto.html">2 Agosto 1980</a><br> </span> <span class="style8"><a href="Poundusura.html">Usura</a><br> <a href="francesca/uomocheparla.html">l&#39;uomo che parla delle donne uccise dagli uomini</a><br> <a href="francesca/Artemisia.html">Processo ad Artemisia</a><br> </span> <span class="style8"><a href="futurismo.html">Abbiamo ucciso il chiar di luna</a></span></strong></p> <p style="width: 210px"><strong><span class="style14"> <span class="style8">Spettacoli in evidenza dall&#39;archivio<br> </span></span><span class="style14"><span class="style8"> <a href="uomonero.html">Chi ha paura dell&#39;uomo nero</a><br> <a href="torchio.html">Il Torchio</a><br> <a href="nuvole.html">Le Nuvole</a><br> <a href="ernesto.htm">L&#39;importanza di chiamarsi Ernesto</a></span></span></strong></p> <p style="width: 210px"><strong><span class="style14"> <span class="style8"><a href="archivioteatro.html">Archivio degli spettacoli </a><br> <a href="archiviorecital.html">Archivio dei recital</a><br> <br> </span></span><span class="style8"><a href="news.html"> <img alt="le news del CDRC" longdesc="vai alle news sulle iniziative del CRC" border="0" src="Pics/news.gif" width="59" height="19"></a><a href="login.html"><img alt="accesso alle funzioni personali del sito" longdesc="accedi alle funzioni peronali del sito, come amministrazione, archivio dati, posta elettronica eccetera" border="0" src="Pics/LOGIN.gif" width="65" height="20" class="style12"></a><br> </span><span class="style12"><span class="style10"> <span class="style8"> <a href="http://www.facebook.com/search.php?q=cdrc&amp;init=quick&amp;tas=search_preload#!/profile.php?id=100000082856734"> <img alt="la nostra pagina facebook" longdesc="da qui si accede alla pagina facebook del cdrc" border="0" src="Pics/fb.gif" width="39" height="25" class="style12"></a><a href="http://www.youtube.com/user/CDRCFirenze?feature=mhum">&nbsp;<img alt="il notro canale youtube" longdesc="da qui si accede al nostro canale youtube" border="0" src="Pics/yt.gif" width="53" height="27"></a><br> <a href="http://www.myspace.com/553350768"> <img alt="accedi alla pagina su Myspace" longdesc="accedi alla pagina del CDRC su MySpace" border="0" src="Pics/untitled.bmp" width="30" height="27" class="style13"></a>&nbsp;<a href="http://twitter.com/#!/CDRC_Firenze"><img alt="pagina del CDRC su Twitter" longdesc="vai alla nostra pagina su Twitter" border="0" src="Pics/twitter_icon1_000.png" width="26" height="18" class="style10"></a> </span><span class="style7"><span class="style8"> <a href="newsletter.html">&nbsp;<img alt="la nostra newsletter" longdesc="iscriviti alla nostra newsletter" border="0" src="Pics/newsletter.gif" width="24" height="23"> </a></span></span></span></span><span class="style8"> <span class="style12"><a href="index11.html"> <span class="style10"> <img alt="contatti" longdesc="mettiti in contatto con il CDRC" border="0" src="Pics/contatti.gif" width="27" height="24"></span></a></span></span></strong></p> </td> </tr> </table> <p align="left">&nbsp; </p> <center> <p><font size="+3"><b>Non mi hanno dato il tempo</b></font></p> </center> <div class="style9"> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm"> <font FACE="Times New Roman, serif"> <font SIZE="5" class="style18"><em>Non mi hanno dato il tempo, un dramma teatrale sulle vittime degli opposti estremismi</em></font></font></p> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm"> <strong>Note di Regia |&nbsp; Rassegna stampa | Genesi | Materiale Multimediale</strong><br> </p> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm" class="style4"> <font FACE="Times New Roman, serif">&quot;Non mi hanno dato il tempo&quot; nasce soprattutto per la lodevole iniziativa di un gruppo di parenti di vittime dell&#39;odio politico negli anni &#39;70 - parenti di vittime sia di destra che di sinistra. Questi familiari, che costituiscono per altro la larga maggioranza dei parenti delle vittime dell&#39;odio politico negli anni &#39;70, hanno da tempo deciso di vivere il ricordo dei loro cari unitariamente e, pur nel rispetto dell&#39;alterit degli ideali che i loro cari hanno vissuto fino alla morte, hanno iniziato tuttavia un processo di condivisione del ricordo e di superamento di quelle contrapposizioni viscerali e di quelle strumentalizzazioni di parte che in passato hanno sovente caratterizzato il modo con cui si affrontava il tema dei caduti per l&#39;odio politico.</font></p> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm" class="style4"> <font FACE="Times New Roman, serif">L&#39;associazione si rivolta a Paolo Bussagli per la scrittura e la messa in scena di un testo teatrale che avesse appunto come tematica centrale proprio il ricordo di questi ragazzi.</font></p> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm" class="style4"> <font FACE="Times New Roman, serif">Ne risultata un&#39;opera complessa e intrigante. &quot;Non mi hanno dato il tempo&quot; un dramma in 13 scene, per 6 attori; non solo un&#39;opera che commemora il ricordo di quei ragazzi caduti. E&#39; anche e soprattutto un tentativo di analisi della crisi civile e morale che ha colpito l&#39;Italia di quegli anni e delle conseguenze di tale crisi che tuttora permeano la nostra societ. </font></p> <p ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm"> <span LANG="it-IT" class="style4"> <font FACE="Times New Roman, serif">Il testo ha una trama molto semplice: la storia di un gruppo di persone, che vivono al nostro tempo e nelle nostre contraddizioni, e che si trovano casualmente riuniti in una attesa estenuante in una stazione ferroviaria. Fra questi, alcuni appartengono a parti politiche opposte e costoro, attraverso tensioni e difficolt di ogni tipo, riescono a far nascere un percorso comune, un percorso di comprensione reciproca e di condivisione: un percorso che non il superamento delle proprie posizioni ma semplicemente la scoperta dell&#39;altro, con i suoi errori, con i suoi dolori e con i suoi valori. A quel punto i personaggi cessano di essere veri e propri personaggi e divengono memoria tragica di un dramma e di un epos comune, vera e propria unit coreutica della memoria nazionale fino alla presa di coscienza finale: il valore della memoria: solo la memoria ci salva dalla continua distrazione e dalla continua depauperazione del nostro tempo. Una memoria quanto mai viva perch la memoria di ragazzi uccisi a causa dei loro ideali, in un tempo in cui ancora gli ideali avevano dignit e diffusione. </font></span></p> <p ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm"> <span LANG="it-IT" class="style4"> <font FACE="Times New Roman, serif">L&#39;opera affronta il difficile tema evitando facili suggestioni buoniste o peggio ancora commemorative. Ci si immerge invece nelle condizioni storico culturali, nel clima che consent la nascita di quell&#39;orrore: al centro di tutto il clima di colpevole latitanza di tanta parte dello Stato nei confronti degli omicidi a carattere politico. Latitanza che testimoniata dalle statistiche che tuttora causano sgomento nello studioso che prende atto della gran quantit di crimini impuniti che vennero perpetrati in quegli anni, a destra e a sinistra. Questa sostanziale latitanza aveva due conseguenze, entrambe nefaste: da un alto garantiva l&#39;impunit agli assassini, eliminando quei freni che la proporzionata punizione da sempre oppone alla violenza; dall&#39;altro innescava non di rado vere e proprie spirali di giustizia &quot;fa di da te&quot; per cui la violenza finiva per generare a sua volta violenza. Accanto alla latitanza dello Stato c&#39; quella del mondo culturale, con i veri maestri di pensiero messi all&#39;angolo e le sedi universitarie e i giornali invasi da propagandatori dell&#39;odio e della violenza, da propugnatori di forme di demonizzazione dell&#39;opposta fazione politica che di fatto divenivano vere e proprie forme di sottile razzismo e discriminazione.</font></span></p> <p ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm"> <span LANG="it-IT" class="style4"> <font FACE="Times New Roman, serif">Il quadro che si ottiene quello di un panorama devastato, con un clima di odio diffuso, in cui aggredire era facile e remunerativo e in cui quasi sempre gli aggrediti erano gli inermi, tutti quelli che non sapevano difendersi e soprattutto quelli che non volevano difendersi e che rifiutavano i percorsi di odio e di discriminazione che quegli anni invitavano a perseguire. Costoro rifiutavano di misconoscere l&#39;umanit dei loro avversari per cui si rivolgevano ad essi inermi, alla ricerca di un contatto e di una umana comprensione e, proprio per questo, finivano spesso per porsi come naturali prede di quella violenza, di quella discriminazione e di quell&#39;odio. E&#39; un panorama devastato in cui a cadere sono i migliori e che anche alla base dell&#39;attuale crisi morale, di quel vuoto di valori oggi lamentato da tante parti. Avviene cos che il recupero della memoria delle vittime di quegli anni per noi finisce per porsi anche e soprattutto come un&#39;occasione per il recupero dei nostri valori pi veri e profondi</font></span></p> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm"> <font SIZE="4" FACE="Times New Roman, serif" class="style4">&quot;Non mi hanno dato il tempo&quot; la frase pronunciata da Claudio Miccoli sul suo letto di ospedale, poco prima di morire. Cos egli cercava allora di spiegare la sua situazione, la situazione di un giovane intervenuto per far cessare la violenza e rimasto egli stesso vittima di quella violenza. Questa frase esemplificativa della situazione di tuti quei ragazzi. A nessuno di quei ragazzi stato dato il tempo di crescere, di vivere e di mettere a frutto la loro vita e i loro ideali. Eppure i loro ideali parlano ancora. Parlano con voci diverse: la voce di Ramelli, quella di Zicchieri, quella di Falvella sono diverse dalle voci di Miccoli, di Tinelli o di Petrone; sono molto diverse; e tuttavia tutte queste voci ci parlano di una umanit che crede nei propri ideali e che fa in modo che questi ideali non offendano n i propri valori n quelli altrui. Per noi, uomini di un tempo in cui pare cos difficile credere a qualcosa, queste voci sono preziose. Questo , in poche parole, il nucleo culturale e morale di &quot;Non mi hanno dato il tempo&quot;. </font></p> <p LANG="it-IT" ALIGN="JUSTIFY" class="style20"> &quot;Non mi hanno dato il tempo&quot; verr presentato in prima nazionale a Roma nel Febbraio del 2011.</p> <p ALIGN="JUSTIFY" STYLE="margin-bottom: 0cm" class="style4"> <br> </p> <font size="4"> vai agli altri spettacoli in archivio:<br> <br> <a href="nonmihanno.html">Non mi hanno dato il tempo </a>| <a href="francesca/boccaccio.html">Storie di donne d&#39;amore e di legge</a> | <a href="2agosto.html">2 Agosto 1980</a> | <a href="Poundusura.html">Usura</a> | <a href="francesca/uomocheparla.html">L&#39;uomo che parla delle donne uccise - dagli uomini</a> | <a href="francesca/Artemisia.html">Processo ad Artemisia</a> | <a href="uomonero.html">Chi ha paura dell&#39;uomo nero? discorso su Sergio Ramelli</a> | <a href="torchio.html">Il Torchio</a> | <a href="nuvole.html">Le Nuvole</a> | <a href="Ernesto.htm">L&#39;importanza di chiamarsi Ernesto</a> | <a href="francesca/diotima.html">La Flautista e Diotima</a> | <a href="francesca/giuseppe.html">La Meravigliosa Storia di Giuseppe e di sua moglie Maria</a> | <a href="francesca/lamorsa.html">La Morsa</a> | <a href="carmelitane.htm">I dialoghi delle Carmelitane</a> |&nbsp; <font SIZE="2" class="style23"><a href="spostati.html">Spostati</a> | <a href="voichascoltate.html">Voi che ascoltate in rime sparse il suono</a></font></font><br> <br> CDRC Coro Drammatico Renato Condoleo</div> </p> <center>pages by <a href="http://www.wverdi.it"> <img alt="vai al sito del webmaster" src="Pics/wverdilogo.jpg" class="style1" height="32" width="61"></a><br> <p> <a name="fb_share" type="box_count" href="http://www.facebook.com/sharer.php">Condividi</a><script src="http://static.ak.fbcdn.net/connect.php/js/FB.Share" type="text/javascript"></script> <a href="http://twitter.com/share" class="twitter-share-button" data-count="vertical" data-via="CDRC_Firenze">Tweet</a><script type="text/javascript" src="http://platform.twitter.com/widgets.js"></script> <p>&nbsp; <p><!--webbot bot="HTMLMarkup" startspan --><a href="http://www.2enetworx.com/dev/projects/statcountex.asp" target="_blank" title="Get Your Copy of StatCounteX"> <script type="text/javascript" language="JavaScript"> // Define the location of count.asp // Using a path, you may use this code in any subfolder var file='/statcountex/count.asp'; var d=new Date(); var s=d.getSeconds(); var m=d.getMinutes(); var x=s*m; f='' + escape(document.referrer); if (navigator.appName=='Netscape'){b='NS';} if (navigator.appName=='Microsoft Internet Explorer'){b='MSIE';} if (navigator.appVersion.indexOf('MSIE 3')>0) {b='MSIE';} u='' + escape(document.URL); w=screen.width; h=screen.height; v=navigator.appName; fs = window.screen.fontSmoothingEnabled; if (v != 'Netscape') {c=screen.colorDepth;} else {c=screen.pixelDepth;} j=navigator.javaEnabled(); info='w=' + w + '&h=' + h + '&c=' + c + '&r=' + f + '&u='+ u + '&fs=' + fs + '&b=' + b + '&x=' + x; document.write('<img src="' + file + '?'+info+ '" width=0 height=0 border=0>'); </script></a> <noscript><a <img src="/statcountex/count.asp" width=90 height=30 border=0></a> </noscript> </td> </tr> </table> </div> </body> </html>